Monastero cottolenghino IL CARMELO


Vai ai contenuti

Lavoro

Chi siamo

“Lavoriamo, studiamo, affatichiamoci ma sempre in Domino,
in Domino”

S. G. B.Cottolengo

“Come un giorno Adamo ricevette l’incarico
di coltivare il Paradiso,
così il monaco, rafforzato dalla presenza invisibile di Cristo,
si assume il compito,
apparentemente disperato,
di coltivare il deserto:
le distese dello spirito umano
privato di Dio…
allora il Verbo pianta di nuovo la sua tenda
nel mondo dell’uomo”

Thomas Merton



Il ritmo delle stagioni, il lavoro dei campi, l’attesa che il seme cresca ci ricordano la necessaria fatica di dissodare il terreno del nostro cuore, perché trovi accoglienza e vi cresca il seme della Parola di Dio. Il lavoro di cucina, di cucito, l’assistenza alle Sorelle anziane e ammalate, il servizio di un pasto caldo ad alcuni bisognosi sono scuola di solidarietà, di collaborazione, partecipazione alla misericordia del Padre che abbraccia le sue creature con sguardo di bontà. La ceramica, le icone dipinte o a decoupage, i ceri, il ricamo sono un nostro modo di coltivare la bellezza, specchio del Volto di Dio. Lo studio, fatica nella ricerca della verità, ci aiuta ad uscire dal nostro sempre piccolo punto di vista, ci rende più capaci di ascolto, e dilata il nostro essere negli infiniti spazi di Dio che dà senso al nostro oggi. Ogni fatica ha il suo riposo; il vivere non è per l’agire ma per l’amore. Il riposo diventa quindi memoria di quell’armonia originale in cui Dio passeggiava con l’uomo alla brezza del mattino. Memoria e anticipazione.






Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu