Monastero cottolenghino IL CARMELO


Vai ai contenuti

Preghiera

Chi siamo


“La preghiera è il primo è più importante lavoro”
S.G.B. Cottolengo

“Per me la preghiera è un cuore a cuore con Colui dal quale sappiamo di essere amati”
S. Teresa

“La preghiera è uno slancio del cuore”
S. Teresina


Tutte le creature sanno pregare, ma l’uomo è il luogo dove la preghiera del mondo prende coscienza di se stessa. Solo l’uomo può essere questo spazio di consapevolezza, in cui Dio si offre; qui avviene il movimento della preghiera: un protendersi in ascolto, stupiti che Egli si soffermi a parlarci e stupiti di essere ascoltati. Il Cottolengo diceva “
Siamo qui per questo e per niente altro”.

Amare il Signore, cercarlo, cercare l’Amore fino a divenire amore: Caritas Christi urget nos! La preghiera è per noi slancio del cuore, esigenza d’amore e di colloquio con Colui che amiamo e ci ama, ma anche servizio alla Chiesa e a tanti fratelli e sorelle di cui desideriamo farci voce, specie di coloro che sono poveri e soffrono.

Lodiamo il nostro Dio nella celebrazione della
Liturgia delle Ore insieme alle sorelle, ma anche con coloro che celebrano la Liturgia celeste: “Tutti gli Angeli e i vegliardi si inchinarono profondamente con la faccia davanti al trono e adorarono Dio dicendo; Lode, gloria, sapienza, azione di grazie, onore e potenza al nostro Dio nei secoli” (Ap. 7,12).

L’ascolto, il
silenzio è la preghiera nel segreto, nella cella “Chiusa la porta prega il Padre tuo nel segreto”, è meditazione della Parola di Dio: Lectio Divina.

Ogni venerdì meditiamo insieme la Passione del Signore, il sabato, con Maria Donna della speranza, attendiamo la risurrezione che celebriamo solennemente nella domenica, giorno del Signore Risorto, festa della luce che sconfigge le tenebre e la morte.


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu